The First Ever Interactive Super Bowl Ad

(The eko Devs) (14 febbraio 2020)

Immagine di P & G

La scorsa settimana abbiamo realizzato qualcosa che non era mai stato fatto prima: la nostra tecnologia ha alimentato la prima pubblicità interattiva in assoluto trasmessa durante il Super Bowl. È stato un progetto ambizioso ed entusiasmante per noi, sia dal punto di vista tecnico che personale, ma abbiamo raccolto la sfida e portato a termine. È stato un viaggio lungo, con un forte senso di realizzazione quando finalmente abbiamo visto il logo eko apparire sullo schermo durante il grande gioco.

Guarda lannuncio interattivo e crea la tua versione!

Facciamo un backup: che cosè comunque un annuncio interattivo? Bene, il termine “interattivo” significa che lannuncio finale poteva (e ha cambiato) fino allultimo momento in cui è andato in onda durante il quarto trimestre del gioco.

Divya Mahadevan, sviluppatore eko: “ Nessuno sapeva quale versione dellannuncio sarebbe stata riprodotta fino allultimo minuto! Nemmeno io! “

Come ha funzionato?

Opher Vishnia, sviluppatore eko: “Innanzitutto, gli spettatori hanno visitato il microsito del progetto su whenwecometogether.com . Questo sito ha incorporato un video interattivo creato con eko studio in cui gli spettatori hanno scelto la loro versione preferita dellannuncio. Dietro le quinte, ogni scelta dello spettatore è stata considerata un “voto” e i dati di votazione sono stati salvati in Firebase Firestore .

La nostra dashboard live che mostrava ciò che lAmerica ha scelto in tempo reale

Per trasmettere la versione dellannuncio selezionata dalle scelte dellutente, abbiamo scritto un software che estrae i dati di votazione da Firestore e li utilizza per determinare quale versione dellannuncio riprodurre. Ecco il punto, però, quando trasmetti contenuti per un evento grande come il Super Bowl, non puoi permetterti che qualcosa vada storto. Abbiamo dovuto implementare sistemi di sicurezza per TUTTO. “

Roy Taragan, sviluppatore eko: ” Di solito nel mondo del software ti senti più sicuro con il tuo codice. Qui abbiamo dovuto analizzare ogni punto di errore immaginabile. Non cera spazio per gli errori. “

Cosa succede se il programma non riesce ad accedere a Firebase? Estrai i dati da un backup su Amazon S3, alimentato da un ETL periodico. Cosa succede se i dati recuperati sono danneggiati? Convalida tutti i dati recuperati rispetto a uno schema e assicurati di salvare una versione incrementale nel caso in cui un file di dati non sia valido. Oh, e per quanto riguarda il sistema operativo? Lultima cosa che volevamo era un popup di “aggiornamento di Windows” che apparisse durante il Super Bowl! Tutto è stato testato più volte, nulla è stato lasciato al caso.

Il software è stato quindi installato su hardware specializzato, con la capacità di trasmettere video alle apparecchiature di trasmissione. Abbiamo configurato due di queste macchine, denominate “ekoBox Orange” e “ekoBox Blue” come unità primaria e backup secondario da eseguire in parallelo. Questi sono stati installati nella sala di controllo di Fox Studio, collegati allinfrastruttura della rete via cavo, pronti a trasmettere lannuncio utilizzando la tecnologia eko a milioni di spettatori del Super Bowl.

Roy: “ Ho lavorato su tutto, dal modo in cui visualizzare le scelte fatte dai visualizzatori in tempo reale sullannuncio interattivo, allhacking di loschi script di PowerShell sullekoBox per assicurarmi il cursore del mouse è rimasto nascosto durante la messa in onda del nostro annuncio. “

I nostri super sviluppatori al Super Bowl

Nelle due settimane che precedono la partita importante, il nostro team di terra del Super Bowl – talentuoso eko engineering devs Divya di New York e Louai di Tel Aviv – stavano lavorando sodo al lotto Fox Studio per integrare la nostra tecnologia e assicurarsi che lhardware e il software fossero allaltezza del codice e soddisfacessero tutti i requisiti di sicurezza.

Divya e Louai, il team di terra di eko nel lotto dei Fox Studios

Louai Ghalia, sviluppatore di eko : “È stata unesperienza così incredibile che non riesco nemmeno a esprimerla a parole.Far parte del più grande evento televisivo negli Stati Uniti, trasmettere uno spot televisivo a più di 200 milioni di spettatori, è qualcosa che pochissime persone riescono a sperimentare. Sia io che Divya siamo relativamente nuovi in ​​eko e il fatto che siamo riusciti a prendere il comando della squadra di terra del Super Bowl ci ha dato un enorme senso di fiducia in noi e nelle nostre capacità. È stato bello avere la responsabilità di un progetto così importante per lazienda. Lo apprezzo davvero e penso che questo genere di cose possa accadere solo in eko. Fa parte del nostro DNA. “

Asaf Menahem, sviluppatore eko: ” Abbiamo preparato il nostro tecnologia per resistere a un numero enorme di spettatori e voti. Anche la simulazione di questo tipo di scala a scopo di test è una sfida. Durante il test di carico, vuoi che i diversi utenti raggiungano i tuoi server in parallelo, non dalla stessa macchina o IP. Stiamo parlando della capacità di supportare centinaia di migliaia di persone che guardano e votano allo stesso tempo. “

Ci sono state molte incognite durante il processo di sviluppo nei mesi precedenti il gioco. Ad esempio, per quanto riguarda gli eventi dal vivo, cosa avviene effettivamente nella sala di controllo? Chi dice chi cosa e quando suonare? Dal punto di vista tecnico, come si interfaccia fisicamente una macchina con lapparecchiatura di trasmissione? Quale formato video e audio avremmo bisogno di produrre? Durante la nostra fase di Proof-of-Concept, abbiamo sviluppato e testato molte tecnologie e opzioni diverse, tra cui il voto tramite SMS, la sincronizzazione della riproduzione video sulla TV con la riproduzione di unesperienza interattiva su dispositivo mobile e altro ancora, fino a quando non siamo arrivati ​​al prodotto finito. La nebbia che circondava tutte queste domande diventava sempre più chiara man mano che ci avvicinavamo alla scadenza del tempo di trasmissione.

Shai Rosenberg, capo del QA : “Il team eko ​​QA è abituato a testare progetti di alto profilo, ma quando si tratta di scalabilità, niente batte il Super Bowl. Abbiamo esaminato il contenuto e la tecnologia da una prospettiva a volo duccello. Era nostra responsabilità assicurarci che tutto funzionasse come previsto, dallinizio alla fine. Dal progetto interattivo alla raccolta dei voti, lekoBox e il meccanismo di recupero dei voti, attraverso lintegrazione con il sito web di P & G e lhardware di trasmissione di Fox, e infine agli occhi degli spettatori del Super Bowl . “

La sfida in più consisteva nel soddisfare i requisiti e le specifiche dei fatti in continua evoluzione. Inoltre, molte persone sono state coinvolte nel processo, inclusi sviluppatori, editor video, esperti di UX, creativi e dirigenti. Non solo, il team di QA doveva assicurarsi che il progetto funzionasse senza intoppi e avesse un bellaspetto su quasi tutti i dispositivi disponibili: smartphone, desktop, tablet e altro ancora. Dovevano essere in cima allintero processo e testare fino allultimo minuto.

Asaf: “Questo progetto è sembrato un momento importante per lazienda. Il nostro team di sviluppo ha dovuto affrontare molte responsabilità, pressioni ed eccitazione, oltre a molte, molte incognite. Eravamo solo in pochi a lavorare su questo in eko, con un tempo limitato per costruire, testare e distribuire la tecnologia, muovendoci velocemente a fianco di grandi aziende con molti stakeholder, opinioni e processi. Anche il panorama dei requisiti era fluido e dinamico. “

Finalmente arrivò il grande giorno. Laria brulicava di eccitazione. Gli ekoBox sono stati installati, testati e collegati. Il nostro team di terra era sul posto assicurandosi che i dati di votazione in tempo reale arrivassero e che lannuncio interattivo fosse filtrato senza problemi.

Louai : “Il vero giorno del Super Bowl è stato pazzesco. La sicurezza era molto stretta. Abbiamo ricevuto badge VIP, che ci hanno permesso di entrare nella sala di trasmissione. Sembrava che avessimo avuto accesso alla CIA o qualcosa del genere. È stato sorprendente e sorprendente vedere come Fox ha gestito la trasmissione. Quante persone sono coinvolte, come si coordinano e fanno il conto alla rovescia per la messa in onda degli annunci, come comunicano tra gli studi di Miami e LA e, naturalmente, il momento in cui il nostro annuncio è andato in onda. “

Divya : “Il mio momento più spaventoso è stato proprio prima dellinizio della nostra interruzione pubblicitaria! Sapevamo che la prossima interruzione pubblicitaria era la nostra, ma non sapevamo quanto tempo di gioco ci sarebbe stato prima che arrivassero allinterruzione pubblicitaria. Laspettativa mi stava uccidendo! “

Louai :” La sala di guerra delloperazione Fox è enorme. Non ho mai visto così tanti schermi e monitor in vita mia. Abbiamo avuto accesso per vedere come funzionava tutto dietro le quinte in tempo reale. Siamo stati ben accolti. Avevamo la nostra sala di controllo e il personale della Fox la chiamava “eko room”. “

Ed ecco qua.Durante la terza interruzione pubblicitaria del 4 ° quarto, Sofia Vergara ha fatto schizzare una ciotola gigante di peperoncino LAMP MAN e Rob Riggle è atterrato dal cielo come Bounty Man per aiutare a salvare (pulire?) La giornata. Tutte queste e altre scelte sono state fatte dagli spettatori e si sono fuse in un annuncio finale pochi istanti prima che andasse effettivamente in onda.

Divya : “Le persone erano molto interessate a come funzionava la nostra tecnologia ed erano davvero entusiaste di vedere dove così potrebbe andare in futuro! È stata una grande esperienza di apprendimento per noi, Fox e P & G – Penso che tutti abbiano avuto idee per il futuro e come possiamo iterarle per renderle ancora più interessanti e interattive pubblicità! Si trattava di una pipeline e di un flusso di lavoro completamente nuovi che Fox stava sperimentando; Ci è stato detto che non avevano mai permesso linstallazione di un computer esterno nella sala di trasmissione del Super Bowl “.

Roy: “Amo il calcio e guardo il Super Bowl ogni anno. Questanno, però, avevo molte più ragioni per prestare attenzione agli annunci. È fantastico lavorare su un progetto così grande per scala, portata e gravità. “

Come ha detto Sofia,” Il calcio unisce davvero tutti “. Nel nostro caso, la nostra tecnologia ha riunito tutti questi spettatori per il primo annuncio interattivo del Super Bowl basato sulla scelta. È una ENORME, fantastica festa dellorologio! (Anche se per noi sviluppatori che lavoriamo allora di Tel Aviv, “festa dellorologio” in realtà significava assicurarsi che tutto procedesse senza intoppi alle 4 del mattino)

Louai : Quando abbiamo salutato il team Fox, ci hanno detto” Ci vediamo lanno prossimo, eko team! Forse questa volta con due annunci interattivi? “