Note del Meetup di maggio 2019: The Real World of Technology di Ursula M. Franklin

(Sharon Bautista) (13 maggio 2019)

Il UX Book Club di Chicago si è riunito a gli uffici di Chicago di Cars.com il 7 maggio per discutere di The Real World of Technology Ursula M. Franklin.

Sinossi

La fisica sperimentale di Toronto Ursula M. Franklin (1921 – 2016) ha tenuto una serie di conferenze dal titolo “The Real World of Technology” sponsorizzate dalla CBC nel 1989. Questo mese, lUX Book Club di Chicago ha letto la versione stampata di quelle conferenze in un volume che includeva tre capitoli aggiuntivi scritti da Franklin e pubblicati nel 1990.

Con le lezioni originali, Franklin ha sollecitato un discorso pubblico sulla techno logica come pratica, o modi di fare le cose. Inoltre, Franklin ha insistito sul fatto che la tecnologia come pratica deve essere considerata nel contesto. Al centro delle lezioni originali cera la nozione di tecnologie olistiche rispetto a quelle prescrittive. Il primo era associato più strettamente a artigianato, autonomia e prodotti unici, il secondo a scala, efficienza e conformità. Franklin ha avvertito della crescente enfasi sulle tecnologie prescrittive, che presentano (ndr) pericoli come la perdita di competenze, cattive condizioni di lavoro, esclusione delle persone dalla tecnologia e danni ambientali. Ha spiegato:

Il discorso pubblico che sto sollecitando qui deve staccarsi dalla mentalità tecnologica per concentrarsi su giustizia, equità e uguaglianza in senso globale. Una volta che le pratiche tecnologiche saranno messe in discussione su una base di principio e, se necessario, respinte a quel livello, si evolveranno nuovi modi pratici di fare ciò che deve essere fatto.

Nei capitoli pubblicati nel 1990, Franklin ha esteso la sua discussione alle tecnologie di comunicazione, che ha osservato sono responsabili di un aumento delle interazioni asincrone, che hanno il rischio di erodere le relazioni umane e influenzare negativamente importanti sfere della società, inclusa listruzione. Franklin ha continuato a insistere sulle considerazioni primarie delluomo sui progressi tecnologici, vale a dire la ponderazione degli effetti della tecnologia sulle relazioni degli esseri umani tra loro e con lambiente.

Temi della discussione

Il messaggio di Franklin sembra scritto per oggi: I membri del club del libro hanno convenuto che, sebbene consegnato nel 1989, il nucleo di Franklin i messaggi rimangono molto rilevanti, in particolare date le preoccupazioni odierne sulle dipendenze dalla tecnologia e sugli effetti delle piattaforme di social media sulle società di tutto il mondo.

Lambiente come stakeholder: Diversi membri del club del libro ha osservato che limpatto ambientale della tecnologia che interessava Franklin è ancora raramente largomento dei titoli dei giornali. Dalla discussione del club del libro è nata lidea di considerare lambiente come una parte interessata nei progetti per incoraggiare una considerazione più deliberata delle conseguenze ambientali nei processi di sviluppo del prodotto.

Limiti alla scala della tecnologia: Libro i membri del club hanno discusso i limiti alla scalabilità di ciò che Franklin ha descritto come tecnologie prescrittive, vale a dire che anche le più grandi piattaforme online del mondo si basano ancora sul giudizio umano per le funzioni critiche. Il gruppo ha discusso il ruolo dei moderatori di contenuti umani che lavorano per Facebook , che devono applicare manualmente le linee guida sui contenuti in continua evoluzione di Facebook ai post degli utenti. I membri del club del libro hanno discusso le esigenze emotive di quel lavoro e le condizioni di lavoro più ampie dei moderatori dei contenuti di Facebook, il che ha sollevato confronti con la traiettoria storica tracciata da Franklin tra la rivoluzione industriale e le tecnologie sul posto di lavoro contemporanee.

La reazione degli umani contro le tecnologie prescrittive: la discussione di Franklin sugli effetti della comunicazione asincrona sulle classi ha scatenato una discussione tra i membri del club del libro di copertura giornalistica recente di un esperimento di apprendimento personalizzato che si svolge in piccoli -scuole della città del Kansas . I membri del club del libro hanno notato come, nellesempio del Kansas, la revisione e la critica della piattaforma di apprendimento prescrittivo sono state guidate in gran parte dagli studenti e dalle loro famiglie piuttosto che dalle imprese e dal governo che Franklin ha esortato a dover rendere conto in ultima analisi.

Prossimo Meetup

Discuteremo di Thinking in Systems: A Primer di Donella Meadows il 5 giugno. Visita la nostra pagina Meetup per maggiori dettagli.