Lezioni apprese n. 3 – In orario

Foto di Icons8 Team su Unsplash

(Grace O “Hara) (25 novembre 2019)

Sono le 8:07 di mercoledì mattina. Sono in un bar locale, circondato da persone che hanno riunioni.

Ogni paio di minuti, controllo lora, anche se so che sono passati solo un paio di minuti.

Sto facendo calcoli mentali: cinque minuti per lasciare il mio laptop e prendi la mia borsa, cinque minuti alla stazione, quindici minuti per lavorare, mi dà … venticinque minuti per completare questo post.

Questo è laspetto dellultimo anno circa di costruzione di Small Fires – ore rubate di spazio cerebrale prima e dopo il lavoro, nei fine settimana e mentre il mio corpo mi dice di dormire.

Naturalmente, ci sono state anche ore trascorse con gli altri – collaborando, parlando, sfogando idee, sfogandosi , con mentori, amici e colleghi imprenditori sociali – e questa è stata unancora di salvezza.

Tutto questo tempo in ha costruito una scadenza di qualcosa fuori : un libro per essere precisi, entro la fine dellanno.

Perché nella mia testa è abbastanza tempo per fare un libro. E anche il Natale sarebbe un buon momento per lanciare qualcosa che sia un regalo ideale per i bambini, giusto?

A quanto pare, forse. Ma forse non per me.

Questa scadenza ha significato molto inseguimento, molta preoccupazione, molti calcoli mentali che lavorano allindietro fino a un traguardo immaginario.

Significa mettere stress inutile per le persone straordinarie con cui condivido questo viaggio: Lillian, unincredibile cambiatrice, di cui parla il primo libro, e Monica , lincredibile illustratore che sta dando vita alla nostra visione.

Ho passato gli ultimi mesi a correre così tanto che mi sono persino dimenticato di cosa stavo correndo.

Forse lesaurimento?

Quando mi sono davvero convinto del motivo per cui la scadenza era lì e del motivo per cui mi dava un senso di nausea al pensiero di spostarlo, sapevo che cera da fare un po di auto-riflessione e confronto con me stesso.

Ecco alcune convinzioni che ho scoperto:

  • I cicli annuali sono i tempi finali per fissare obiettivi e raggiungerli.
  • Tutto ciò che è stato fatto finora non significa nulla fino a quando il il primo libro è finito.
  • Essendo una buona organizzazione io e stabilire una scadenza ed essere in grado di rispettarla.

Sì. Cerano alcune cose su cui sedersi.

Non affronterò ogni controargomentazione ai punti precedenti, quelli su cui ho lavorato e ripetuto a me stesso.

Invece Ho cercato di concentrarmi sul perché di Small Fires, oltre a realizzare libri diversi per bambini.

Sebbene il prodotto sia (così importante per tanti motivi), ho anche iniziato questo viaggio per creare nuovi norme aziendali nel mondo, quelle in cui i mezzi sono importanti quanto i fini.

Attraverso il mio lavoro presso Code for Australia, lavorando al fianco di persone davvero straordinarie (come e) ho sperimentato in prima persona che aspetto ha e come può influenzare le persone e le comunità più in generale.

Ed era in netto contrasto con le mie precedenti esperienze allinterno e intorno alle aziende tecnologiche.

Alcuni anni fa , Mi sono imbattuto in un articolo intitolato “(Zebras Fix What Unicorns Break)” che riassumeva esattamente quale fosse quella differenza fondamentale.

Dora in poi e dei miei articoli preferiti, (Zebras Fix What Unicorns Break)

Riflettendo su quel grafico ora, posso vedere che ci sono modi di lavorare insieme, il business modello e struttura e i meccanismi decisionali che riflettono lessere una Zebra o, ai miei occhi, essere il tipo di organizzazione di cui penso che il mondo abbia più bisogno.

Quindi, come sempre, mi chiedo – qual è limpegno che voglio prendere da questo?

  • Sedersi con quelle decisioni scomode per scoprire qual è veramente la radice di qualcosa è stato difficile, ma così terapeutico. Sembra qualcosa che deve diventare più di una pratica.
  • Un impegno immediato è spostare la nostra scadenza di fine anno. Al momento, siamo sulla buona strada per offrire qualcosa allinizio del nuovo anno, ma vedremo come andremo!
  • Qualcosa che ho fatto di tanto in tanto è scrivere alcuni “piccoli momenti di vittoria ”- quando succede qualcosa come una nuova illustrazione, o larrivo a un lancio al Melbourne SOUP. Andando avanti, penso che questa sarà una cosa molto più regolare!

Nota: Non ho finito questo blog in quei 25 minuti. Adesso è il giorno seguente, intorno alle 7:30 e sto scrivendo queste ultime parole dalla mia camera da letto.”Kidogo kidogo hujaza kibaba” è uno dei miei detti swahili preferiti e si traduce approssimativamente come, a poco a poco riempie la tazza. Non potrei essere più daccordo.

Lezioni apprese è una serie regolare sulle molte cose che sto imparando mentre creo Piccoli incendi . In parte riflessione, in parte lavoro allaperto, questi insegnamenti sono qui per condividere ciò che sto scoprendo e anche per dare unidea delle operazioni e del pensiero che stanno dietro allorganizzazione.