Le competenze trasversali più importanti per lavori UX

(9 novembre , 2020)

Le competenze trasversali più importanti per i lavori UX (immagine del cono soft service vaniglia)

Durante la mia ricerca di lavoro, chiedo spesso ai reclutatori cosa cercano in potenziali assunzioni. Oltre ad anni di esperienza sulla carta, stanno cercando persone in grado di comunicare chiaramente per garantire lallineamento degli obiettivi. Come designer puoi avere un ottimo portfolio, ma più di ogni altra cosa, le tue capacità di comunicazione ti faranno distinguere dalla massa. Bootcamp UX e corsi aiutano i designer a sviluppare abilità come empatia, design thinking, pensiero critico, e come fare ricerca. Ma pochi corsi spiegano limportanza delle soft skills e come sfruttarle per il successo.

Le soft skill sono tratti caratteriali e abilità interpersonali che influenzano il modo in cui una persona può lavorare e interagire con gli altri. Il termine soft skills comprende una vasta gamma di competenze come lavoro di squadra, gestione del tempo, empatia e delega.

Diamo unocchiata a questo esempio di offerte di lavoro di designer UX. Quali sono alcune competenze trasversali che stanno cercando?

Offerte di lavoro per Designer di prodotti UX da LinkedIn
  • Collaborazione con designer, ricercatori, responsabili di prodotto e ingegneri
  • Comunicazione, presentazione e abilità interpersonali sono elencate come qualifiche minime

In un mondo sempre più “tecnologico”, il Forum economico mondiale Future of Jobs suggerisce che la risoluzione di problemi complessi, il pensiero critico, la creatività, la gestione delle persone e lintelligenza emotiva sarebbero tra le competenze più importanti richieste sul posto di lavoro in questo momento nel 2020.

Rispetto alle hard skills, le soft skills sono spesso sottovalutate e per loro viene fornita molta meno formazione. Spesso ci si aspetta che le persone entrino in un ruolo già in grado di prendere liniziativa, comunicare in modo efficace e ascoltare.

Se chiedi ai designer di UX quali sono le competenze necessarie per avere successo, in genere diranno cose come wireframing, prototipazione e un occhio per il design. Tuttavia, se chiedessi ai progettisti di UX quali soft skill sono necessarie per diventare grandi nel settore, potresti ricevere unampia gamma di suggerimenti. Ho esaminato molte descrizioni dei lavori quando ho curato i “Lavori UX remoti” trovati nella nostra newsletter . Le 5 abilità che suggerisco sono quelle che penso siano più richieste nelle descrizioni del lavoro e fondamentali per diventare un bravo designer.

Ti darò anche una risorsa per mettere in pratica ciascuna di queste soft skills Sto suggerendo.

Curiosità

“Giovani designer, avete bisogno di ferite da battaglia. Devi fallire. Hai bisogno di cicatrici. Sii curioso e non chiedere il permesso “. – Joel Beukelman

La curiosità è un motore enorme per nuovi concetti e idee. Poiché il campo dellesperienza utente è ancora giovane e in continua crescita, stare al passo con i nuovi cambiamenti e incorporarli nel processo di progettazione ti incoraggerà a continuare ad imparare. Con curiosità, puoi porre le domande giuste e coinvolgere ulteriormente il processo e i tuoi stakeholder.

Praticare la curiosità: porre grandi domande.

  • Qual è il problema principale che abbiamo stai cercando di risolvere?
  • Cosa pensano gli stakeholder dellidea / progetto che ci attende?
  • Qual è lMVP?
  • Quali sono i rischi e i problemi che devono superare?
  • Come faremo a sapere quando raggiungeremo lobiettivo principale (s0?
  • Quali sono i KPI misurabili per i nostri obiettivi?

Empatia

“Lobiettivo di un designer è ascoltare, osservare, capire, simpatizzare, entrare in empatia, sintetizzare e raccogliere intuizioni che gli consentono di rendere visibile linvisibile”. – Hillman Curtis

Lempatia è al centro delle competenze trasversali per i progettisti di UX perché se non capiamo le esigenze e i desideri degli utenti, è difficile creare veramente un prodotto che raggiunga gli obiettivi degli utenti. Per sviluppare empatia, inizia con lessere un buon osservatore – wat le azioni delle persone. Come passano dallattività A allattività B? Cosa li rende felici? Cosa causa la frustrazione degli utenti?

Praticare lempatia: connessione – Tendenze nellinterfaccia utente, interazione, & Experience Design

Connecting è un documentario di 18 minuti che mostra come sta cambiando il futuro dellinteraction design e come avrà un impatto su di noi come utenti.Alcuni leader di pensiero del settore condividono il loro punto di vista sul perché progettiamo esperienze e su come influenzano i nostri comportamenti quotidiani.

Comunicazione

“I bravi designer possono creare la normalità dal caos; possono comunicare chiaramente idee attraverso lorganizzazione e la manipolazione di parole e immagini. ” – Jeff Veen

Una comunicazione coerente è vitale per il processo di progettazione, soprattutto ora in questo ambiente di lavoro remoto. Quando parli dei tuoi progetti, fornisci il contesto e spiega il “perché” nel tuo processo di pensiero; vuoi essere in grado di articolare le tue idee. E quando si invia un messaggio, è buona norma spiegare le proprie informazioni in modo che non richieda più lavoro per le persone alla fine del messaggio. Esempio: “nuova versione aggiornata del file di progettazione allegato” può essere scritto in alternativa come “Ho aggiornato x, yez nellultimo file di progettazione perché …” Investendo qualche minuto in più per spiegare il messaggio, puoi comunicare in modo efficace ed efficiente cosa hai fatto.

Esercitazione sulla comunicazione: prova Lean UX

Lean UX è una lettura fantastica per imparare a comunicare e collaborare strettamente con i membri di un team di prodotti agili. Jeff Gothelf e Josh Seiden approfondiscono i preziosi principi, tattiche e tecniche di Lean UX trattati nella loro prima edizione in modo che tu possa portare queste idee al tuo team.

Collaborazione

“La critica è al centro della collaborazione … La critica non è una abilità di progettazione. La critica è unabilità di vita. ” – Adam Connor

Sebbene ci siano molti designer che hanno svolto un lavoro freelance impegnativo e progettare sfide, realisticamente, il design del prodotto non è mai una mostra personale. Tutto da più parti interessate, designer, sviluppatori, proprietari di prodotti, team di marketing e utenti richiedono collaborazione. Per garantire che il prodotto finale sia rappresentativo degli obiettivi, gli stakeholder svolgono un ruolo vitale in varie parti del processo di progettazione.

Insieme alla collaborazione cè la capacità di base di accettare critiche e feedback. Ad esempio, se uno sviluppatore afferma che la tua idea di design comprometterà il tempo di caricamento del prodotto, dovrà essere riconsiderato se significa perdere utenti impazienti. Pertanto, le discussioni con esperti e altri membri del team ti aiuteranno a raggiungere insieme quel fantastico prodotto finale!

Pratica collaborazione: 7 strumenti UX per la collaborazione remota

[ Articolo medio ]

Poiché la maggior parte di noi lavora da remoto, questi sono 7 strumenti particolarmente utili per la collaborazione in team:

  • Miro
  • Sketch
  • Abstract
  • InVision
  • UserZoom
  • Optimal Workshop
  • Microsoft Team

Flessibilità

“Se ho mille idee e solo una si rivela valida, sono soddisfatto.” – Alfred Nobel

Essere adattivi e flessibili con il design sono attributi di un grande leader UX. Poiché il settore continua a crescere, le tendenze continuano a evolversi e ci sono molti nuovi strumenti di progettazione da apprendere. Questo è il motivo per cui vengono apportate iterazioni e modifiche ai prodotti in base alla ricerca degli utenti.

Ogni progetto che intraprendi presenta nuove sfide. Può essere frustrante e opprimente quando le cose non vanno come previsto, ma è importante non perdere di vista qual è lobiettivo principale. Qual è il risultato desiderato e quali sono gli MVP che ti guideranno lì? Durante la fase di ideazione, molte idee possono risolvere il problema, ma capire quale sia lidea migliore, dati i tuoi vincoli, è la più critica. Mantenere una mentalità aperta ed essere flessibili ti consente di apportare le modifiche necessarie e raggiungere i tuoi obiettivi.

Praticare la flessibilità: Quinton Larson: essere adattabile e lavorare con attenzione

Quinton Larson condivide il suo background in IDEO e come ha guidato la sua squadra in Indeed. Questo episodio è tratto dal podcast Design Better di InVision con Aarron Walter ed Eli Woolery.

In conclusione

Sebbene le hard skills in UX siano molto importanti, per essere in grado di scalare le classifiche e svilupparti nel settore, è importante anche costruire soft abilità. Consigliamo:

  1. Curiosità
  2. Empatia
  3. Comunicazione
  4. Collaborazione
  5. Flessibilità

Puoi anche dare unocchiata alle Le migliori competenze che ogni principiante di UX dovrebbe conoscere per una revisione delle nostre hard skills consigliate.