Lamore per il marchio nellera del blocco

(oggetto volante) ( 18 novembre 2020)

Il 2020 ci ha fatto riflettere su ciò che conta davvero. Quindi cosa ci hanno insegnato le consegne ai supermercati sul nostro rapporto con i marchi?

Le consegne ai supermercati non sono mai state così vitali. Erano sempre lì, che si agitavano sullo sfondo. Ma tra schermatura, isolamento di 14 giorni e blocchi di livello 5 hanno assunto molti nuovi ruoli.

Per cominciare, sono diventati lunico punto di contatto sociale per molti. Non sono solo una faccia amichevole, sono un barometro sociale. Finalmente puoi chiedere a qualcuno, cosa succede oltre la mia strada? Come va per te? Quanto sei impegnato? Come va la filiera alimentare? Il mio bambino in età prescolare continuava a invitare i nostri a feste di compleanno immaginarie, che hanno rifiutato così gentilmente che è stato incredibile. Successivamente, hanno consegnato il cibo a casa nostra e sono tornati indietro. Sorprendente. Sostentamento. Servizi igienico-sanitari.

ragazza saluta alla finestra

Un È iniziata una cosa interessante tra lapp del supermercato e il drop-off. La connessione tra la marca di yogurt su cui abbiamo fatto clic e la marca di yogurt che abbiamo mangiato è scomparsa. Non importa. Era il bottone dello yogurt. Philadelphia o formaggio a pasta molle di Sainsbury? Gordons pink G & lattine T o Tesco slimline G & T lattine? Kelloggs Rice Crispies o Morrisons Rice Pops? Saponette Dove o qualcosa di cui non ho mai sentito parlare?

mano che si sposta verso il pulsante blu con

Se eri fortunato. Tofu? No, ma hai i tuoi legumi in scatola. Petto di pollo? No, ma hai le tue salsicce. Farina? No, niente farina. Hai bisogno di conoscere qualcuno con una connessione per quel genere di cose. È stata una lezione per essere grati per quello che ottieni. Cosa ti puoi permettere. Cosa cè di solito là fuori. È stata unesperienza che ha aperto gli occhi nel contesto della nostra cultura del consumo e di ciò che serve per farlo funzionare.

Per la prima volta nella mia vita ho apprezzato come ci si sente a non avere quello che volevi a la punta delle dita (se hai i soldi). Ma mi ha fatto riflettere su alcune cose. Ti sei sentito arrabbiato quando è arrivata una marca diversa di formaggio cheddar delicato? Ti sei sentito caldo e accogliente quando è stata consegnata la tua marca preferita di caffè macinato? La possibilità di scegliere ha aumentato o diminuito il tuo benessere interiore in un periodo di incertezza?

Se la fedeltà alla marca delle persone è diminuita su questioni come il cibo e i prodotti per la pulizia, lamore è cresciuto altrove? Per le piattaforme di social media? Per reti di intrattenimento? Per le piattaforme della comunità locale? Dove scorre lamore? Cosa dovrebbe accadere per non preoccuparci di quale marchio di social media utilizziamo? O quale canale di intrattenimento guardiamo? Cosa possiamo imparare da questa esperienza?

Alla fine, i brand impareranno che la gestione delle aspettative delle persone è ancora importante. Quella gentilezza prevale e conquista i cuori più che mai. Che dobbiamo dare più di quanto prendiamo. Cè molto da imparare per i marchi in questo momento, anche se non sono in cima alla lista della spesa di tutti.

luomo dei cartoni animati spinge carrello della spesa, le ragazze entrano ed escono con scatole di cibo

Catherine Howarth, mercoledì, 18/11 / 2020–14: 30